Acqua, tra giornata mondiale e istruzioni per l’uso sui bonus

L’italia è il più grande consumatore al mondo di acqua in bottiglia. Consumiamo mediamente 200 bottiglie a persona da un litro ogni anno e tutta questa plastica solo adesso stiamo inziando a riciclarla. Le nostre condutture sono mediamente dei colabrodo infatti la dispersione è comunque molto alta.

Oggi 22 marzo è la giornata mondiale dell’acqua, serve per sensibilizzare sul tema.

Io come sempre faccio oltre a sensibilizzare cerco anche soluzioni ed opportunità, non mi soffermo solo sulle segnalazioni e all’ululare alla luna.

Ecco 2 opportunità:

Bonus acqua potabile – Che cos’è

Per razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica, è previsto un credito d’imposta del 50% delle spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per l’acquisto e l’installazione di sistemi di

  • filtraggio
  • mineralizzazione
  • raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare

finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano erogate da acquedotti.

L’importo massimo delle spese su cui calcolare l’agevolazione è fissato a

  • 1.000 euro per ciascun immobile, per le persone fisiche
  • 5.000 euro per ogni immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale, per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali.

Le informazioni sugli interventi andranno trasmesse in via telematica all’Enea.

Come richiedere il bonus

I criteri e le modalità di applicazione e di fruizione del bonus saranno stabiliti con un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Per rimanere informati mandatemi un messaggio Whatsapp al 3471097484 e seguite questo mio diario.

Normativa e Prassi

Bonus risparmio idrico – Che cos’è

Per favorire il risparmio di risorse idriche è riconosciuto un bonus di 1.000 euro alle persone fisiche, residenti in Italia, che sostituiscono su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari

  • i sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto
  • la rubinetteria, i soffioni e le colonne doccia con nuovi apparecchi a flusso d’acqua limitato.

In particolare, l’agevolazione è riconosciuta per le spese sostenute per

  • la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti
  • la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

È possibile utilizzare il bonus fino al 31 dicembre 2021.

L’agevolazione non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

Come richiedere il bonus

Le modalità per ottenere il bonus saranno definite da un decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, da emanarsi entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di bilancio 2021.

Normativa e prassi

Non resta che aspettare i decreti attuativi e i provvedimenti

Per rimanere informati seguite il mio diario e mandate un messaggio Whatsapp al 3471097484

Omaggio a Pirandello, ovviamente non centra nulla con l’oggetto dell’articolo ma reputo opportuno citare l’artista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.